• sabato , 24 agosto 2019

Cos’è il film estensibile e per cosa si usa?

Il film estensibile si presenta come una pellicola in materiale plastico, per essere precisi in polietilene lineare a bassa densità, particolarmente utile per bloccare i carichi in sicurezza per essere trasportati. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo assieme cos’è il film estensibile e per cosa si usa.

Cos’è il film estensibile

Il film estensibile è particolarmente utilizzato per garantire degli imballaggi stabili e resistenti. I primifilm estendibile lavori di imballaggio venivano svolti utilizzando il primo materiale che veniva a trovarsi tra le mani. Con il passare del tempo e lo sviluppo dell’industrializzazione, però, è nata l’esigenza di trasportare le merci su tutto il territorio e pertanto la necessità di trovare del materiale resistente in grado di proteggere la merce e allo stesso tempo consentirne un’immediata identificazione.

Proprio in questo ambito è nato il film estensibile. La prima versione era in resina, un materiale abbastanza elastico ma allo stesso tempo dai costi abbastanza elevati. In seguito, è stato introdotto il film termoretraibile, adoperabile solamente se riscaldato e per finire quello attualmente in commercio.

Quest’ultimo è realizzato con polietilene, ovvero un polimero ottenuto a sua volta da atomi di carbonio e di idrogeno sintetizzato partendo dall’etilene. Proprio grazie alle sue caratteristiche, il film estensibile è in grado di offrire il giusto connubio fra elasticità e stabilità.

Quando si usa e caratteristiche

Come già detto, il film estensibile è soprattutto utilizzato per fare gli imballaggi dei prodotti, prima che vengano trasportati. Inoltre, usandolo per avvolgere una pedana carica di pacchi, è in grado di assicurare la massima stabilità, permettendo la compattazione in un unico pallet. In genere si opta per l’utilizzo di pedane di legno e l’imballaggio tramite film estensibile può essere svolto sia manualmente che attraverso delle macchine avvolgitrici.

In questo caso la merce viene dapprima posizionata sul pallet, ovvero una pedana di legno o di plastica. Una volta posizionati tutti i pacchi, si utilizza il film estensibile al fine di assicurare la massima sicurezza e allo stesso tempo visibilità. Optando per l’imballaggio manuale non si deve fare altro che prendere il film estensibile e avvolgerlo attorno alla pedana e al carico. Nel caso in cui, invece, si adoperi una macchina avvolgitrice, sarà quest’ultima a ruotare l’estensibile fino al completamento del lavoro.

Disponibile trasparente, in modo tale da poter vedere immediatamente quale merce sia stata imballata, è possibile anche richiedere del film estensibile colorato in base alle proprie esigenze. In ogni caso si avrà la sicurezza di avere a disposizione un prodotto particolarmente resistente ed elastico, grazie al quale imballare la propria merce in modo ottimale.

Pratico e facile da utilizzare, è adatto anche per imballare prodotti sensibili al calore. A tal proposito ricordiamo che le proprietà che deve avere un film estensibile, al fine di essere sicuri della sua qualità sono:

  • punto di snervamento: non è altro che il punto che indica il limite di elasticità oltre il quale non riesce più a riacquistare la sua forma originaria;
  • modulo elastico: ovvero la rigidità del film estensibile;
  • sforzo di rottura: la massima tensione sostenibile;
  • elongazione a rottura: permette di misurare l’estensibilità massima del film estensibile quando viene sottoposto a trazione.

Related Posts