• lunedì , 24 settembre 2018

La cura del proprio giardino

Per curare un giardino, bisogna sapere come comportarsi in tutte le stagioni dell’anno. La differenza fondamentale la fa conoscere le piante e rispettarne la stagionalità. Si tratta del criterio fondamentale per fare buon giardinaggio ed ottenere ottimi risultati. Parliamo ad esempio della potatura: di solito si ha l’abitudine di potare e di conseguenza “pulire” il giardino in autunno. Ciò quasi sempre è sbagliato. Le piante a fioritura primaverile non ci daranno i fiori perché avranno già iniziato a preparare i boccioli. Le ortensie o le rose, se potate – e non tutte ne hanno bisogno – soffriranno inevitabilmente il freddo.

Esistono due tipi di manutenzione: ordinaria e straordinaria. La manutenzione ordinaria la può fare il proprietario e comprende ad esempio il taglio del prato, la pulizia delle aiuole, l’impianto di piccoli arbusti e così via. Invece, quando occorrono conoscenze e competenze specifiche si parla di manutenzione straordinaria. I trattamenti, la potatura di grossi alberi, lo smaltimento delle fronde, lo studio e la progettazione dello spazio verde, ad esempio, vanno sempre affidati agli operatori del settore.

Non sono necessarie competenze tecniche avanzate per prendersi cura del proprio giardino, sebbene occorra un po’ di conoscenza e buona volontà. La cura del giardino richiede fatica e costanza! Per ottenere buoni risultati è essenziale:

  • preparare un buon progetto: bisogna analizzare, tramite l’aiuto di un professionista, il terreno e le piante già presenti in giardino. La fase di progettazione non è da sottovalutare: qui è possibile capire quale parte del giardino richieda di essere arredata e quali piante occorrano;
  • visitare vivai specializzati e fiere del settore:qui è possibile non solo acquistare piante e fiori, ma anche chiedere utili consigli;
  • rispettare il principio della stagionalità: ad esempio, se abbiamo deciso di arredare il nostro giardino con delle erbacee perenni, è preferibile metterle a dimora in autunno.
  • fornire manutenzione costante: ad esempio, le rose sfiorite e non recise produrranno bellissime bacche che in autunno coloreranno il nostro giardino!
  • curare la scelta attrezzi: gli utensili devono essere funzionali e specifici per ogni settore del giardino. Essi richiedono anche un buon ricovero e una pulizia accurata dopo ogni utilizzo.

    giardino

La cura del giardino è un’attività che necessita di tempo e dedizione. Apprendere quest’arte non è particolarmente difficile, ma richiede molta pazienza. In alternativa, è indispensabile rivolgersi ai professionisti del settore, delegando in parte o in toto la cura dei propri spazi verdi.

Related Posts