• mercoledì , 22 settembre 2021

Covid-19, quando bisogna fare il test?

Tra i vari test che si possono effettuare in questo momento così delicato, il test molecolare è quello più affidabile per appurare un eventuale contagio da virus Sars-CoV-2. Parliamo di un tipo di test per niente invasivo e nemmeno doloroso, anche se la reazione resta soggettiva.

Si pratica mediante un bastoncino con del cotone all’estremità che, serve a prelevare un campione di mucose del naso e della bocca. Questa modalità di test, prende il nome di tampone. Una volta effettuato, il tampone, viene analizzato da personale specializzato. I tempi di attesa per ricevere il risultato sono di circa 24/48 ore. Il tampone può risultare negativo o positivo. In caso di negatività, non è necessario rispettare alcun tipo di quarantena ed isolarsi da altre persone. In caso di positività del tampone, invece, sarà necessario evitare immediatamente qualunque tipo di contatto in generale.

I sintomi più frequenti e noti, sono in primis, la febbre, con una temperatura di almeno 37,5 – tosse, brividi, problemi con la respirazione, difficoltà olfattiva e problemi alle pupille gustativecovid-19 test che, renderanno difficile avvertire il gusto ed il profumo di cibo, mal di gola e diarrea, quest’ultima è più frequente nei bambini.

In caso di presenza di sintomi da covid-19 evidenti, è assolutamente importante evitare contatti con altre persone, restare in casa, possibilmente in un ambiente specifico isolato dai contatti con i parenti conviventi più stretti, e soprattutto informare il proprio medico, che valuterà se farvi sottoporre al tampone per avere la certezza di un contagio, oppure no.

Ogni persona venuta in contatto con un soggetto positivo, dovrà osservare preventivamente un periodo di isolamento ed effettuare il prima possibile un tampone per escludere, a sua volta, un eventuale contagio, e così via. Purtroppo, il decorso del virus è molto veloce, quindi prima ci si mobilita per effettuare i controlli, prima si riesce a bloccare l’eventuale contagio.

Il tampone deve essere effettuato almeno dopo 72 ore da quando si è verificato l’ultimo contatto con una persona positività per poter riscontrare l’eventuale infezione. Non è necessario effettuare un tampone qualora si sia stati in contatto con persone che a loro volta hanno avuto contatti con una persona positiva al covid-19. Tuttavia, per una maggiore tranquillità personale, si può eseguire, di spontanea volontà, un test rapido, di quelli disponibili in qualsiasi farmacia.

Oppure, utilizzare uno dei nuovi self test salivari covid-19 di Screenpharma, un kit completo di tutto l’occorrente per fare il test autonomamente e avere il risultato in 15 minuti. L’analisi avviene sul prelievo del fluido orale. È un test ideale per fare screening di massa o per controllarsi quando si hanno dei dubbi sulla propria salute.

Anche nel caso di utilizzo dell’autotest, se il risultato è positivo, bisogna confermarlo eseguendo il tampone molecolare.

I test rapidi sono in grado di intercettare una percentuale di positivi molto ridotta e, possono dare anche falsi positivi, per cui, se possibile e, se le condizioni lo indicano, bisogna confermare il risultato con il test molecolare.

Related Posts

Leave A Comment