• lunedì , 16 luglio 2018

Portare il gatto in aereo, le regole da seguire

 Un viaggio in aereo può essere molto stressante per il tuo gatto, ma se non riesci a fare a meno di lui e vuoi portatelo dietro, cercheremo di capire quali accortezze e comportamenti assumere per rendere la sua esperienza meno difficile.

Per volare con il proprio animale bisogna rispettare alcuni precisi parametri che danno la possibilità di averlo vicino e viaggiare insieme in cabina senza doverlo mettere nella stiva dell’aereo e procurargli ulteriore stress.

Come prima cosa bisogna scegliere una compagnia aerea che accetta il trasporto degli animali, per cui prima di prenotare il biglietto ci si deve assicurare che sul volo scelto si possa portare il proprio gatto, inoltre, ogni aereo ha pochi spazi disponibili in cabina e nella stiva per far viaggiare gli animali, quindi è necessario informarsi prima di acquistare il biglietto.

Come portare il gatto in aereo?

La prima cosa da fare è acquistare o una di quelle gabbie per gatti o un trasportino omologato per il viaggio, poi ci si deve far fare dal proprio veterinario un certificato sanitario per il gatto, in questo modo verranno soddisfatti i requisiti della destinazione da raggiungere e della compagnia di viaggio.

I certificati, per essere validi, devono essere fatti massimo dieci giorni della partenza e dovranno essere presentati, insieme al libretto delle vaccinazioni, al momento della partenza.

A seconda della tipologia di problematiche del gatto bisogna verificare se la compagnia preferisce mettere in quarantena il gatto, per cui sarebbe il caso di informarsi prima di partire.

Non bisogna esagerare con i tranquillanti per il gatto, vanno usati solo sotto consiglio del veterinario, questo perché possono provocare effetti negativi spiacevoli. Alcune compagnie si rifiutano di portare in volo animali sedati al punto da non essere in grado di muoversi .

Un paio d’ore prima della partenza bisogna far mangiare e bere il gatto in modo che questo abbia il tempo di fare i suoi bisogni prima di partire; inoltre, si potrebbe anche inserire un piccolo piattino per il cibo e una ciotolina con l’acqua nel trasportino per evitare di aprirlo durante il volo. Congelare l’acqua potrebbe essere utile in modo che questa non si rovesci durante gli spostamenti dell’aereo .

Il gatto deve avere una piccola etichetta che lo identifichi, con scritto il nome, alcune informazioni su di voi, numero di telefono e indirizzo, va applicata al collarino ma anche al trasportino, in questo modo, in caso di smarrimento, sarà facile riportarvelo.

Prima di partire assicuratevi che il gatto sia abituato a stare nella gabbietta, facendolo trascorrere alcune ore al suo interno a casa per farlo stare a suo agio, dovrà stare comodo e avere i suoi giochi all’interno, questo servirà a farlo stare più tranquillo durante il volo e a permettergli di vivere il viaggio in modo più sereno.

La cosa più importante da ricordare? Assicurarsi, prima di prenotare il biglietto aereo, che ci sia posto per il vostro gatto vicino a voi.

Related Posts