• mercoledì , 22 settembre 2021

Pellicole oscuranti: tutti i vantaggi

Con il passare degli anni sempre più persone provvedono ad oscurare i vetri della propria vettura. Questo, molte volte, avviene semplicemente per estetica, o per diverse motivazioni: avere i vetri scuri garantisce maggiori privacy dei passeggeri e delle merci trasportate e diminuisce i consumi dovuti all’utilizzo dell’aria climatizzata (i vetri scuri proteggono l’abitacolo dai raggi solari).

Può sembrare strano ma avere i vetri oscurati sulla propria auto, può garantire una diversa esperienza di navigazione.  L’oscuramento dei vetri viene effettuato in due modi: applicando le pellicole oscuranti oppure sostituendo i vetri di fabbrica con vetri scuri. Il primo metodo è il più gettonato, in quanto meno costoso e più semplice.

È risaputo infatti che, con un po’ di pazienza e un po’ di esperienza, è possibile applicare anche da soli le pellicole, tuttavia, onde evitare problemi, è sempre consigliabile recarsi presso una officina specializzata proprio in questi particolare tipo di lavoro. In questo modo è possibile ottenere un risultato perfetto in pochissimo tempo.

Se, viceversa, si ha intenzione di cimentarsi nella applicazione delle pellicole da soli, è sempre consigliabile acquistare pellicole sagomate o da ritagliare in base alla dimensione del vetro sulla quale vanno applicate. In questo modo è possibile semplificarsi la vita e risparmiare un bel po’ di tempo.

 

Cosa sono le pellicole oscuranti

Quando si parla di pellicole oscuranti si fa sostanzialmente riferimento a delle pellicole autoadesive realizzate, in genere, in PET (polietilene tereftalato) che vengono applicate sul lunotto e sui vetri posteriori delle vetture. La legge infatti, vieta espressamente di applicare queste particolari pellicole sui finestrini anteriori o sul parabrezza. In caso contrario, si rischia di essere multativetri oscuranti auto dalle forze dell’ordine e di non poter più fare la revisione del veicolo.

Lo stesso vale anche nel caso in cui le pellicole istallate sui finestrini posteriori non siano omologate, ovvero, non rispettano gli standard EU. In commercio è possibile trovare facilmente pellicole a diversi gradi di schermatura. Le pellicole che vanno dall’1% al 5% sono quelle più scure, quindi con un filtro maggior. Per intenderci, si tratta di pellicole che garantiscono l’impossibilità di vedere dall’esterno chi è seduto sui sedili posteriori, lo stesso effetto delle auto-blu sulle quali circolano i politici.

Quelle con una gradazione più alta (dal 50% in su) sono quelle più chiare che consentono alla luce esterna di penetrare più facilmente. Diversamente dalle prime, queste pellicole hanno una finalità puramente estetica, se si vuole intensificare la riservatezza all’interno del veicolo, non è sicuramente il prodotto adatto. Le pellicole più diffuse sono quelle con una gradazione intermedia, tra il 15 ed il 20%.Queste rappresentano una sorta di via di mezzo tra maggiore privacy e miglior estetica del veicolo. Insomma, la scelta perfetta per chi ha voglia di rendere particolare la propria macchina senza esagerare.

Applicare la pellicola sul lunotto

Come applicare pellicola oscurante sul lunotto? In genere si tratta di un’operazione molto semplice. In primo luogo, bisogna pulire in maniera accurata l’esterno del vetro, e poi passare all’interno. Basta utilizzare uno spazzolino per le resistenze dello sbrinatore ed una soluzione di acqua e sapone con un panno morbido per l’intera superficie. Come anticipato, si tratta di un’operazione molto semplice, tuttavia, deve essere eseguita con estrema precisione. In caso contrario, ovvero se dovessero rimanere residui sulla superficie, la pellicola rischia di non aderire in modo adeguato con la creazione delle tanto temute bolle.

Queste, infatti, rovinano sicuramente il lavoro e lo rendono assolutamente da rifare. Per rimuovere la schiuma, è necessario utilizzare un tergivetro ed asciugare il tutto con un panno che non lascia peletti.

A questo punto,  è bene verificare la presenza di graffi che potrebbero essere visibili in seguito all’istallazione della pellicola. Se è necessario dar forma alla pellicola, bisogna applicarla all’esterno del lunotto, e tagliare circa 1-2 cm dopo la linea di punti.  Per essere precisi in questa operazione, è possibile inserire una luce nell’auto, al fine di controllare tutte le imperfezioni.

Altrimenti, è possibile utilizzare una pellicola già sagomata, acquistandone una apposita a seconda del proprio modello di vettura. A questo punto, è possibile passare all’istallazione vera e propria. Il metodo della termoforatura, consiste nell’applicazione del talco sul vetro in modo da eliminare l’elettricità statica. Poi bisogna inumidire un panno e passarlo sui bordi del lunotto, formando una sorta di “H” e posizionare la pellicola all’esterno del vetro.

Sicuramente si formeranno delle pieghe, l’importante è che siano verticali (non è possibile eliminare le pieghe orizzontali). Per appiattirle è consigliabile utilizzare una pistola ad aria calda oppure un phon potente, prestando attenzione a non bruciare il perimetro. Al termine di questa operazione, si può sollevare la pellicola e spruzzare con acqua e sapone per appiattirla con le mani e con l’aiuto di una spatola. A questo punto, il gioco è fatto ed è possibile ammirare il nuovo stile del veicolo.

I vantaggi delle pellicole oscuranti

Come già detto, i motivi principali che spingono le persone ad applicare le pellicole oscuranti sui vetri delle auto sono estetici o di protezione dell’auto e dei passeggeri. Infatti, le pellicole oscuranti, riescono a trattenere i raggi solari come delle tendine parasole, preservando la tappezzeria del veicolo (la luce del sole, infatti, può sbiadire i tessuti e logorare i dettagli in plastica) ed evitando che le persone e gli animali domestici all’interno possano avere dei fastidi dati dall’esposizione al sole, specialmente durante viaggi molto lunghi.

In particolare, i bambini e gli anziani, che hanno la pelle molto delicata. Per loro infatti potrebbe essere particolarmente scomodo fare un viaggio di ore ed ore esposti alla luce del sole. Una pellicola applicata sul vetro, però, è in grado anche di trattenere le schegge di vetro in caso di sinistri che provocano la rottura dei finestrini.

Un altro motivo che, generalmente, spinge le persone ad applicare le pellicole oscurate sui finestrini della propria macchina è quello estetico. È risaputo infatti che non solo chi adora il tuning, ovvero la personalizzazione dei veicoli, monta queste particolari pellicole, ma lo fa anche chi vuole conferire semplicemente quel tocco in più alla propria macchina e renderla particolare.

Related Posts

Leave A Comment